Novità

Aria senza virus negli ambienti interni

martedì - 01 dicembre 2020

Aria senza virus negli ambienti interni

Lo specialista della filtrazione MANN+HUMMEL presenta i purificatori d’aria antivirali per arginare la pandemia del Coronavirus

  • Purificatori d’aria ambiente ad alta efficienza con filtro HEPA H14
  • Filtrazione di virus, batteri e microorganismi (anche il SARS-CoV-2) superiore al 99,995 per cento
  • Silenziosità, basso consumo e design di pregio
  • Un sensato investimento di lungo periodo

Ludwigsburg, 01 dicembre 2020 – Il Gruppo MANN+HUMMEL, con sede a Ludwigsburg, vicino a Stoccarda, è riuscito a sviluppare una serie di soluzioni complete per arginare la pandemia del Coronavirus: i filtri HEPA H14 integrati (testato individualmente secondo la norma ISO 29463 & EN 1822) dei due nuovi purificatori d’aria ambiente mobili e stazionari OurAir TK 850 e OurAir SQ 2500 sono in grado di filtrare dall’aria in piena sicurezza oltre il 99,995 per cento di virus, batteri e microorganismi. Contribuiscono quindi a minimizzare i rischi di infezione negli ambienti interni. Grazie all’innovativo ePTFE, gli apparecchi garantiscono un funzionamento particolarmente silenzioso associato a un’elevata efficienza, il tutto racchiuso da un design moderno. In questo modo le particelle infettive del virus che, come ad esempio nel caso del SARS-CoV-2, possono attaccarsi agli aerosol, vengono filtrate quasi completamente dall’aria.

Dopo il successo ottenuto a metà settembre col lancio del prodotto in Germania, in occasione dell’odierna conferenza stampa virtuale il produttore leader mondiale di soluzioni di filtrazione avveniristiche ha ora presentato i due nuovi purificatori d’aria ambiente ad alta efficienza anche ai media austriaci e svizzeri. I purificatori creano aria quasi completamente libera da virus negli ambienti interni: il purificatore d’aria ambiente stazionario OurAir SQ 2500 è idoneo per locali fino a 200 m² e il purificatore d’aria ambiente mobile OurAir TK 850 per locali fino a 70 m². In locali delle dimensioni indicate, i due apparecchi ricambiano completamente l’aria cinque volte all’ora, abbattendo rapidamente la concentrazione di aerosol negli interni e mantenendola costantemente a livello ridotto. Grazie all’efficienza energetica, gli apparecchi generano un ulteriore valore aggiunto. L’elevato consumo energetico che caratterizza in particolare il periodo invernale in caso di ventilazione frequente, e quindi di raffrescamento costante del locale, può essere ridotto al minimo con i purificatori d’aria. La tecnologia aiuta inoltre a proteggersi dai contagi dovuti a virus del raffreddore, virus influenzali o malattie causate dalle muffe. Inoltre gli apparecchi filtrano dall’aria gli allergeni liberi e aiutano quindi anche contro i disturbi allergici durante la stagione dei pollini.

“I nostri purificatori d’aria sono una misura integrativa alle disposizioni sull’igiene e il distanziamento vigenti e rappresentano un elemento importante per poter fare un rapido ritorno alla normale quotidianità. Siamo orgogliosi di poter supportare con le nostre tecnologie, tra l’altro, scuole e strutture sanitarie nel mantenimento della loro regolare attività. Per agevolare l’acquisto dei nostri apparecchi proponiamo un interessante modello di leasing”, ha dichiarato Jan-Eric Raschke, Director & Chief Product Owner Public Air Solutions. “I purificatori d’aria sono anche un sensato investimento di lungo periodo, perché non filtrano solo il virus SARS-CoV-2, ma anche i virus di raffreddore e influenza o gli allergeni liberi. Consentono quindi di fornire un contributo decisivo in futuro per ridurre le assenze dovute a malattia o allergie.”

Uno studio dimostra l’efficacia dei purificatori d’aria mobili

Le misurazioni attualmente effettuate, tra l’altro, nell’aula di una scuola elementare dal Prof. Dr.-Ing. Achim Dittler dell’Institut für Mechanische Verfahrenstechnik und Mechanik (MVM) presso il KIT di Karlsruhe, dimostrano l’elevata efficienza degli apparecchi nel ridurre la concentrazione di aerosol e, quindi di conseguenza, il rischio di infezione dovuto a virus e batteri. “La qualità dei filtri è il fattore decisivo quando si parla di purificatori d’aria. Noi di MANN+HUMMEL possiamo vantare 80 anni di esperienza nella filtrazione e più di 40 anni di know how nel campo della filtrazione per camera bianca e sale operatorie. Siamo quindi specializzati già da molti anni in settori particolarmente sensibili. I nostri elevati standard qualitativi si rispecchiano nella durata di vita dei nostri apparecchi”, ha affermato il Dr. Gunnar-Marcel Klein, Vice President Engineering Life Sciences & Environment. I settori applicativi spaziano dalla gastronomia ad organismi pubblici quali scuole o case di riposo, uffici, commercio al dettaglio, aeroporti, ospedali, centri commerciali e aziende industriali, fino alle location per eventi e ai mezzi di trasporto.

 

Riattrezzamento e aggiornamento di impianti di climatizzazione e ventilazione con filtri HEPA

Oltre ai purificatori d’aria antivirali mobili, MANN+HUMMEL offre anche la possibilità di riattrezzare e aggiornare gli impianti di climatizzazione e ventilazione, anche in questo caso con conseguente significativa riduzione del rischio di infezione in interni. Basandosi sulla ultradecennale esperienza nel campo delle camere camere bianche e delle sale operatorie, MANN+HUMMEL ha sviluppato un nuovo filtro ePTFE HEPA di classe H14. Con un’efficienza di separazione superiore al 99,995 per cento secondo la norma EN 1822, il filtro offre la protezione ottimale contro virus, batteri e microorganismi. Il nuovo mezzo consente di ridurre la pressione differenziale del 50 per cento rispetto ai filtri HEPA che utilizzano mezzi in microfibra, quindi per quanto riguarda i costi di esercizio di un impianto di climatizzazione e ventilazione è a livello paragonabile alla configurazione del filtro “pre Covid”. Il filtro soddisfa inoltre i requisiti della protezione antincendio in classe E secondo EN 13501.

 

Individuazione precoce del Coronavirus tramite sensori wireless per aree di ingresso

Un ulteriore fattore di riduzione dell’incidenza dell’infezione da Coronavirus è il riconoscimento precoce delle persone potenzialmente infette. Secondo l’OMS la febbre è uno dei sintomi più importanti, ecco perché la società viennese Buildtelligent ha sviluppato un sensore wireless per aree di ingresso – il cosiddetto “Safe Entry” – anch’esso presentato dall’impresa durante la conferenza stampa di oggi. Il sensore rileva la radiazione termica emessa dal corpo umano. Come misura integrativa ai purificatori d’aria MANN+HUMMEL, si può così creare un livello di sicurezza ancora superiore negli ambienti interni.

Persone di contatto

Sophie-Charlotte Kloiber
Junior Public Relations Manager
OurAir Team
We are happy to help you – get in touch!

Just complete the request form to get your personal quote or call us for further information
 

  • DE: +49 (0) 7141 982600
  • CH: +41 43 399 2700
  • AT: +43 1 698 66 77-0
  • DK: +45 3649 6600
  • SE: +46 325 66 1600
  • UK: +44 1282 41 3131
  • IT: +39 02 87 03 38 42   
  • FR: +33 02 43 49 70 77
  • ES: +34 629 865 803
  • NL: +31 30 686 8080
  • BeneLux: +31 (0) 30 686 8080